Nasce oggi il Comitato Nazionale sulla criminalità etnica in Italia che si occuperà di raccogliere ed analizzare i dati, le cause, le conseguenze e tutto ciò che possa riguardare, appunto, tale fenomeno nel nostro Paese, collegato, naturalmente, a quello delle organizzazioni criminali autoctone e transnazionali.
Chi vuole, potrà inviare materiale (fatti di cronaca, denunce, etc.) per costituire un database “ad hoc”, utile alle attività di cui sopra, o unirsi in prima persona, ove ne ricorrano i presupposti ed i requisiti.
Nelle prossime settimane, tale Comitato si trasformerà in un Osservatorio o in un Centro studi: dedicato a Pamela Mastropietro, che oggi avrebbe compiuto 23 anni, sarà in ricordo di tutte le vittime di tale criminalità e dei loro familiari.
Naturalmente, saranno accolte anche le richieste di aiuto da parte di chi voglia denunciare determinati fatti, convogliando il tutto, nel giusto modo,agli organi istituzionali preposti.
Troppe volte abbiamo assistito a fatti di cronaca sottaciuti o non trattati nel giusto modo, salvo poi subire,inermi,la strumentalizzazione di altri che,certamente gravi,non possono però assurgere a criterio unico per etichettare una comunità o un Popolo intero come razzista o altro.
Se un problema lo si deve affrontare,non si possono omettere dati,circostanze,fatti. Se un problema lo si vuol risolvere,si devono considerare tutti gli aspetti ad esso sottesi,senza paure o ipocrisie.
Un esempio su tutti:la mafia nigeriana. Per molto tempo negata,nel nostro Paese,o non riconosciuta, o,ancora,sottaciuta,essa è un grave fenomeno le cui prime vittime sono le nigeriane stesse.
Il Comitato,altresì,redigerà,con metodo scientifico,ed avvalendosi delle professionalità che ad esso si affiancheranno, dei report da sottoporre alle autorità competenti,nazionali ed internazionali,nell’ottica collaborativa e di confronto,senza dimenticare l’importanza della prevenzione,che sarà possibile attraverso l’adozione di misure normative calibrate.
Ad maiora.
Ed auguri Pamela. La Tua bellezza ed il Tuo ricordo saranno il faro di tutto ciò.

Avv. Marco Valerio Verni

Di Admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.