Proseguono senza sosta i servizi straordinari di controllo del territorio in tutta la Capitale. Per il servizio sono stati predisposti, oltre agli uomini del VI Distretto “Casilino”, anche 5 unità del Reparto Prevenzione Crimine, un’unità cinofila Antidroga ed una pattuglia della Polizia Locale di Roma Capitale.

Questa volta l’attenzione degli agenti si è concentrata sul quadrante est della città, tra la Casilina e la Prenestina, con pattugliamenti e posti di controllo mirati alla prevenzione e repressione dei reati predatori ed del fenomeno dello spaccio.

Durante il servizio sono state controllate 100 persone e 56 veicoli; 2 le sanzioni al Codice della Strada per un valore di 1.888 euro e 1 denuncia per “porto d’armi o oggetti atti ad offendere” nei confronti di un cittadino marocchino, quest’ultimo infatti aveva tentato di occultare agli agenti un coltello da cucina modificato.

A ciò si è aggiunto un accurato servizio di Polizia Amministrativa, volto al controllo di alcuni esercizi commerciali. Nello specifico sono stati sanzionati i titolari di 2 locali, ai sensi dell’art. 110 comma 6, poiché all’interno degli stessi sono stati trovati attivi gli apparecchi da gioco durante gli orari di sospensione, come stabilito da ordinanza sindacale. Inoltre è stato sanzionato un esercizio commerciale che non ottemperava alla determinazione dirigenziale -D.D. – emessa dal VI Municipio, con la quale veniva inibita l’attività dello stesso.

Infine, all’interno di un bar, grazie all’intervento dell’unità cinofila Antidroga, è stato individuato e sanzionato un avventore in possesso di sostanze stupefacenti tipo Hashish.

Di Admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.